Intercultura

Presentazione
10 luglio 2017
Show all
immagine titolo corso intercultura

Operare con le diversità negli ambienti di apprendimento

Raffaele Cariati
Docente esperto Scienze matematiche fisiche e naturali
Coordinatore e docente di Chimica nel progetto "Didattica e professioni a favore dell'inclusione socio-culturale"
Formatore in corsi accreditati M.I.U.R. su didattica inclusiva ed apprendimento digitale

Claudia Matthiae Docente esperta Lingue straniere (Francese-Inglese)
Docente Italiano per stranieri e Logica verbale nel progetto "Didattica e professioni a favore dell'inclusione socio-culturale"
Esperienza presso "Summer school" Università "La Sapienza", Roma
Segreteria amministrativa
E-mail: info@canalescuola.it
Telefono: 0471979580 - 3287248537

Segreteria didattica
E-mail: info@apprendimentodigitale.it
Telefono: 3494209905
LABORATORIO APPRENDIMENTO DIGITALE
presso CANALESCUOLA LAB via del Serafico 1, 00142, Roma

Come raggiungerci: METRO B LAURENTINA


Presentazione ed obiettivi
Partendo dall’analisi della contemporaneità in cui le migrazioni, la rivoluzione digitale nelle comunicazioni, il pluralismo, le integrazioni, la formazione di identità complesse e combinate a livello globale generano situazioni sempre più intricate e dense di conseguenza, sia sul piano educativo, che didattico-formativo, nasce questo progetto di formazione che ha come scopo principale quello di condividere esperienze educative e didattiche, svolte dal nostro gruppo di docenti sia nell’esperienza convenzionale tradizionale, sia nelle attività del laboratorio digitale che cura attività specifiche finalizzate all’inclusione, anche interculturale. Il corso, quindi, non nasce solo per scopi didattici e pedagogici, ma vuole approfondire il concetto di competenza relazionale, intesa come allenamento della capacità di ascolto, di scambio, di consapevolezza della nostra intersoggettività; della capacità di “migrare”, di allenare la nostra mente al viaggio, alle transizioni, di costruire la nostra identità al plurale. L’attività didattica viene quindi finalizzata alla costruzione di apprendimenti significativi per gli studenti, arricchiti da una crescita legata al soddisfacimento di bisogni educativi più ampi, che implicano competenze dei docenti e degli operatori, che superino il dominio delle loro discipline. La tentazione di ridurre la complessità, di “confinare”, elaborando modelli di intervento rigidi, predefiniti, universali, è forte. La formazione, però, sposa il concetto di resilienza, diventando uno spazio privilegiato, in cui è possibile, orientare processi rispondenti a bisogni complessi dei docenti che operano con studenti non comunitari.
Il corso non è finalizzato solo a fornire strategie nella didattica della lingua italiana per stranieri, ma vuole proporre spunti e suggerimenti per progettare uno spazio educativo, in cui convergano istanze di natura sociale, professionale e culturale. Il tener conto di questi aspetti e la presa in carico di tale complessità, può permettere ai docenti di guidare gli studenti verso gli obiettivi finali, non solo minimi, in modo efficace. La formazione, la didattica e la pedagogia, possono rappresentare un terreno di nuove letture, di nuove prospettive, di diversi punti di vista. Uno scenario complesso e plurale richiede strategie, strumenti e metodologie didattiche adeguate che permettano la gestione e la valorizzazione dell’azione d’insegnamento. L’insegnamento della lingua italiana per stranieri e quello delle altre discipline con un approccio multi-culturale, può diventare un’occasione per l’incontro con la differenza. Si crea, dunque, una dimensione irrinunciabile, che vede protagonisti, gli studenti, i docenti e gli operatori coinvolti. È quindi una sfida reale che coinvolge e interessa il mondo della scuola, gli altri luoghi dell’educare, le dimensioni professionali all’interno di una società sempre più complessa. Si auspica che il sapere significativo trasmesso durante questo percorso, si possa situare e definire negli spazi professionali, educativi e di vita.
I principali obiettivi che si intendono perseguire attraverso l’esperienza formativa sono:
Acquisire conoscenze sulla didattica interculturale
Acquisire consapevolezza e competenza sugli strumenti formativi di analisi della complessità
Acquisire competenze in comunicazione interculturale (eventi comunicativi nei contesti interculturali)
Acquisire competenze in una didattica inclusiva e innovativa della lingua italiana per stranieri
Progettare attività didattiche multi-culturali e multi-disciplinare
Includere attraverso un uso pedagogicamente mirato delle nuove tecnologie

Programma
MISURARSI CON LA DIVERSITA’: DIDATTICA INTERCULTURALE - Raffaele Cariati
Elementi di didattica interculturale. Differenze e complessità: loro e noi. Rappresentazioni sociali e pregiudizio. Identità migranti. Competenze comunicative e variabili culturali. Il progetto “Didattica e professioni a favore dell’inclusione socio-culturale”. Case study e linee guida: “A tu per tu con l’alunno non nativo: dal meccanicismo di un apprendente, all’indeterminismo didattico”.

DIDATTICA INCLUSIVA DELL’ITALIANO PER STRANIERI: L’ITALIANO COME LINGUA “AMICA” - Claudia Matthiae
Buone pratiche per aggirare i filtri affettivi ed innalzare la motivazione integrativa. Il compagno facilitatore. Il dizionario umano. La chat di supporto linguistico su “WhatsApp”. Più lingue in testa: riflessione metalinguistica per aiutare gli alunni non nativi a gestirle; riflessione sul dépaysement.

L’EDUCAZIONE INTERCULTURALE E IL ROVESCIAMENTO DEI RUOLI - Claudia Matthiae
Dal più al meno e dal meno al più. Alunni non nativi in cattedra nell’ora di geografia/storia/lingue straniere. Ascoltare le narrazioni d’infanzia. Oltre le frontiere: sfida per trovare punti comuni e differenze fra paesi d’origine partendo dai proverbi. Progetti di Storia: Cittadini del mondo con radici/L’Italia, dall’emigrazione all’immigrazione)

POTENZIALITÀ E FUNZIONI DELLE NUOVE TECNOLOGIE PER L’INCLUSIONE - Raffaele Cariati
Progettare e creare materiali multimediali e multiculturali. Tra ipertesti e multimedialità: video-lezioni e digital story telling. Risorse libere e commerciali (Anastasis).

LE APPLICAZIONI MULTICANALE CHE ACCORCIANO LE DISTANZE: Kahoot, Duolingo, Lyrics Training. - Claudia Matthiae
Nessuno escluso: sfide culturali e di gruppo. Fonetica e musica. A spasso tra le varie materie: ricerca di intersezioni multietniche attraverso i secoli.
Metodologia
Lezioni frontali in aula, laboratori intensivi digitali; in alcuni moduli è prevista la visione di brevi video didattici e una fase laboratoriale.
Destinatari
Docenti scuola primaria e secondaria, educatori, insegnanti di sostegno, mediatori culturali, tutor dell’apprendimento.
Materiali
Ai corsisti verranno forniti i materiali originali approntati e presentati dai relatori, testi digitali PDF aperti, slide, video e licenze di alcuni software Anastasis della durata di 60 giorni.

Numero partecipanti
Il numero minimo di partecipanti è fissato a 12.

Costo
Canalescuola è agenzia di formazione accreditata dalla Provincia Autonoma di Bolzano - Alto Adige e dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca MIUR.
Il corso può essere pagato quindi con la "Carta del Docente" (BONUS 500€). Il costo del corso pagato dai singoli partecipanti, comprensivo di materiali ed eventuali spese di viaggio, è fissato 150€ per 16 ore di corso.
È possibile attivare questa modalità anche nella propria scuola o rete di scuole. Per i corsi pagati direttamente con i fondi delle Istituzioni scolastiche la tariffa oraria è fissata a 80€/h.
Al contributo per la formazione sono da aggiungere eventuali spese di viaggio, vitto e alloggio ove concordate.
Per richiesta di attivazione verrà comunque fornito un preventivo personalizzato inviando una richiesta per e-mail a: info@canalescuola.it. Costo del corso ed eventuali spese sono esenti IVA art. 14 comma 10 L. 537/93.
Al termine del corso sarà rilasciato un certificato di partecipazione ad ogni partecipante come agenzia di formazione accreditata MIUR.

Referenti e relatori
Raffaele Cariati

Docente ed operatore didattico discipline scientifiche Coordinatore Laboratorio Apprendimento Digitale, Roma
Coordinatore progetto “Didattica e professioni a favore dell’inclusione socioculturale”
Formatore corsi accreditati M.I.U.R. su didattica inclusiva e digitale.

Claudia Matthiae

Docente ed operatore didattico discipline linguistiche Docente Italiano per stranieri e Logica verbale, progetto “Didattica e professioni a favore dell’inclusione socio-culturale”
Esperienza docente Italiano per stranieri, “Summer school” Università La Sapienza, Roma

Scarica la locandina